Storia societaria

La nostra storia!

 

Era il 18 giugno 1968 quando 19 persone tra imprenditori, albergatori, commercianti, artigiani e professionisti della Val Rendena costituirono la società per azioni “Funivie Pinzolo – Doss del Sabion”, con un progetto ben preciso: quello di “contribuire al progresso economico della Val Rendena con l’incremento del turismo”.

Nel primo statuto i fondatori esprimevano fondamentalmente due obiettivi. Il primo riguardava il tentativo di “creare ed ampliare il fl usso turistico della Val Rendena, in particolare nel periodo invernale”, il secondo quello di “costruire un impianto a fune valorizzatore della zona del Doss del Sabion”. La durata della società, nello statuto del 1968, era fi ssata fi no al 30  aprile del Duemila con facoltà di proroga. Il capitale sociale ammontava a 10 milioni di vecchie lire diviso in mille azioni da 100 mila lire ciascuna. Trascorsi pochi mesi dalla fondazione, la società, attraverso il primo aumento di capitale, si consolidò e diede avvio ai lavori che iniziarono a trasformare il Doss del Sabion nella nota stazione sciistica. L’estate del 1968 fu davvero frenetica. In pochi mesi furono costruiti i primi impianti di risalita (tutti forniti dalla ditta Lainer di Vipiteno): la “bidonvia doppia” Pinzolo-  Prà Rodont, la seggiovia singola Prà Rodont-Doss del Sabion”, la seggiovia doppia Grual e lo skilift Biancaneve. Sempre nella stessa estate furono realizzate anche le piste “Rododendro” e “Grual” e il campo scuola accanto alla sciovia “Biancaneve”.

Ma non ci si fermò qui: negli stessi mesi, a tempo di record, la società costruì, nelle due località di Prà Rodont e Doss del Sabion, i due omonimi rifugi. Si lavorò intensamente, contro il tempo che incalzava, ma tutto fu pronto, il Natale del 1969, per l’inaugurazione uffi ciale, che aprì a Pinzolo e alla Val Rendena la strada di un turismo nuovo e moderno, dispensatore negli anni immediatamente successivi di grandi soddisfazioni e benefi ci per tutta la comunità locale. Nel 1972 si procedette a nuovi lavori con la realizzazione della seggiovia doppia “Fossadei” e della relativa pista; il 1975 fu invece l’anno della pista “Competition” sul versante ovest del Doss del Sabion, mentre nel 1977 si costruirono la sciovia e la pista  Valagola”. Avvicinandoci agli anni Ottanta, nel 1979 la stazione sciistica si dotò  della seggiovia doppia “Cioca” e dello skilift “Broch” affi ancati dalle rispettive piste. Queste furono le ultime proposte offerte agli sciatori: da quell’anno in poi alcune piste furono ampliate, altre sistemate, ma di nuove non ne furono più realizzate. Il salto qualitativo avvenne però nel 1980 quando la “bidonvia” fu sostituita da una modernissima telecabina disegnata da Pininfarina e inaugurata con la presenza del testimonial d’eccezione Gustav Thöni. Nel 1987 fu realizzato il campo scuola annesso alla nuova manovia e, nel 1988, sostituita la seggiovia monoposto con una quadriposto ad agganciamento automatico. Dall’estate 1989, con la realizzazione del bacino di accumulo dell’acqua, si iniziò a lavorare per dotare le piste principali dell’impianto di innevamento programmato. L’importo dei lavori, che seguivano un progetto organico per fasi successive conclusosi nel 1995, fu di quasi 3 miliardi di vecchie lire. Alla fi ne degli anni Novanta, precisamente nel 1998, si sostituì la telecabina con una un nuovo impianto della portata di 2190 persone/ora. Più recentemente, il 1999 è stato l’anno della seggiovia quadriposto Grual- Doss del Sabion, in sostituzione dello skilift “Valagola” e della seggiovia doppia Grual, mentre nel 2000 è stata realizzata la nuova pista Valagola e l’impianto di innevamento è stato esteso fi no alla partenza della seggiovia Grual. Nell’estate 2003 si è proceduto al rifacimento della parte medio bassa della pista Rododendro. Nel 2004 la Cioca 2, nel 2006 sono state inaugurate le seggiovie Brenta e Clump con le relative piste; nel 2008 la pista che congiunge la Rododendro alla Cioca 2.

L’inverno 2009/2010 vede la nuova seggiovia quadriposto Cioca, con l’allungamento della pista Cioca 1, lo skiweg Mandrel – Clump e i lavori a buon punto della telecabina Tulot e dell’omonima pista Tulot.

Dall’inverno 2010/2011 la Tulot, combinandosi con i tracciati esistenti, darà vita alla DoloMitica, nelle due versioni Star (3,5 Km di lunghezza per una pendenza media del 36%) e Tour (5,5 Km di lunghezza con una pendenza media del 23%).

E soprattutto dal prossimo anno le skiaree di Pinzolo e di Madonna di Campiglio saranno unite grazie alla telecabina 8 posti Campiglio express, a creare un’unica area, che da Pinzolo a Folgarida Marilleva, offrirà 150 Km di piste, in uno scenario naturale assolutamente unico ed eccezionale, patrimonio dell’umanità.

SUMMER

PRICE

Want to spend a day at the Doss del Sabion? Check here the prices of individual races and go to the top to enjoy fantastic views of the Dolomiti di Brenta!

ACTIVITY

'IN SAFETY

Spend the summer with us! Mountain walks for families, young and couples, thanks to the services that Funivie Pinzolo and mountain guides offer with all the safety professionals.

TWO SEASON

PRESALE

...and do not forget the presale of two season skipass Pinzolo until 17 September 2017! Check prices and conditions here. You will find the answer to your every need.

LIVE THE SUMMER

IN GROUP

Spend the summer in Pinzolo, prices and special services for groups and schools. Get all the information at our ticket offices or at our offices.